Il Sogno della Coscienza: il nostro mondo

Oggi ho deciso di lasciarmi andare a un po' di speculazioni. 


Osserviamo il nostro mondo, il nostro pianeta la nostra società come se fosse un sogno. I sogni per quel che ne sappiamo sono una metafora rappresentativa di quella districata matassa che sono i nostri pensieri, dei nostri percorsi neurologici. Durante un sogno le normali logiche vanno a farsi benedire e l'inconscio (ma poi chi e cosa è?) struttura immagini, suoni e sensazioni per fornirci dei simboli che "dovrebbero" essere semplici da interpretare. Del resto usiamo un'infinità di modi di dire metaforici e simbolici per capirci durante la quotidianità. "Ti perdi in un bicchier d'acqua" è un modo di dire che difficilmente ci verrebbe in mente di prendere alla lettera, l'immagine che ne scaturisce ci dà però, l'idea di cosa stia dietro come significato a una frase di questo tipo. Ricordo che quando ero piccolo mio padre mi diceva "Nella vita io sono/mi comporto come un cerino, mi faccio fregare una volta sola da chi mi manipola", ed era un'immagine chiara e semplice che ben esprimeva il suo modo di vivere, il modo in cui intendeva relazionarsi con gli altri. 

Tutto ciò che ci circonda è una condensazione, una manifestazione dei nostri pensieri. Una casa, un palazzo, una strada, ogni oggetto che vediamo è stato prima concepito nella mente di qualcuno, prima di divenire sensorialmente tangibile a tutti. Da questo punto di vista è proprio vero che il pensiero crea
Coloro che fanno arte, musicisti, pittori, scultori scrittori sono il massimo esempio di questo processo, trasportano al di fuori qualcosa che prima hanno concepito dentro se stessi e da questo punto di vista sono effettivamente immortali, dato che l'arte è qualcosa in cui si esprime veramente parte della propria più intima essenza, dunque una canzone, un racconto, una poesia, un quadro, una scultura che sopravvivono alla morte del loro "autore" sono un modo col quale questo autore sopravvive alla morte. Nel momento in cui, mentre sono in auto e ascolto un brano dei Queen, la voce di Freddi Mercury riecheggia nella mia mente, crea delle rappresentazioni interne, mi dona delle sensazioni, a livello acustico fa vibrare le mie cellule, e addirittura, continua a "cantare" dentro di me anche quando sono arrivato a destinazione, sono sceso dalla vettura e lo stereo risulta spento da qualche secondo. E' un processo complesso, ma che si svolge con una semplicità disarmante. Allo stesso modo i nostri avi, i nostri bisnonni, nonni e genitori sopravvivono dentro di noi mediante l'educazione e il modello che ci offrono e diventano nella nostra mente strategie e processi mentali, film, immagini, voci sensazioni (sinestesie) nella mente. Purtroppo non sempre questo è utile, piacevole o divertente: poiché se a sopravvivere in noi non è l'ESSENZA di chi ci ha preceduto, ma modelli del mondo e convinzioni limitanti e addirittura "virus mentali" (che sono convinzioni che non derivano dall'esperienza diretta, ma da ciò che ci viene detto e raccontato da altri, dai media, dalla società) tutto ciò può portare a generare al nostro esterno qualcosa di spurio, disarmonico, doloroso. Questo forse è il KARMA. E ammorbidire o sciogliere il Karma significa riprogrammare la mente, ristrutturarla, ripulirla dai limiti che ci sono stati inculcati dalle generazioni precedenti, affinché la mente possa divenire così cristallina da lasciar trasparire la nostra ESSENZA, cioè CHI SIAMO VERAMENTE. 
Ricordo una scena del film Forrest Gump, in cui Forrest racconta che "il Tenente Dan doveva essere all'altezza di un sacco di cose, poiché suo padre, e il padre di suo padre, e il padre del padre di suo padre erano morti in ogni singola guerra americana" e quindi il Tenente Dan pensava che il suo destino fosse quello di morire gloriosamente nella guerra in Vietnam, ma Forrest lo salva e così si ritrova invalido, senza gambe e senza gloria a incolpare Dio per non aver rispettato il suo "destino". Alla fine del film, il Tenente si ritrova ricco, felice e sposato a una ragazza vietnamita... è interessante e divertente smettere di dar retta ai virus mentali e ascoltare la gioia della propria essenza :-)

La società in cui viviamo e il mondo che ha creato a livello collettivo, pare il sogno di una mente piena di paura, pigra, basata sul controllo, e dotata di una scarsa consapevolezza di sé. Ricordiamoci che nei sogni ogni cosa presente è UNA NOSTRA PROIEZIONE, una parte di noi, una rappresentazione dei nostri percorsi mentali/neurologici. 
Detto questo dunque osserviamo(ci). Per le strade ci sono cartelli ovunque con divieti e limiti. La burocrazia è una selva nella quale risulta difficile districarsi, ma alla quale è divenuto necessario rivolgersi per poter ottenere permessi e servizi. Ci raccontiamo che facciamo delle guerre per portare la pace e la democrazia, quando è palese che vengono fatte per interessi economici. Siamo circondati da strumenti meccanici e robot: elettrodomestici, auto, macchinari che richiedono costantemente energia per svolgere i loro servizi, e le persone lavorano, si muovono, si agitano per produrne sempre di più e per generare l'energia necessaria a mantenerli in vita e farli funzionare. Tutto ciò che ci circonda, agisce e funziona e creato da nostre idee e pensieri, si basa sull'utilizzo di petrolio (La teoria biogenica del petrolio indica che il petrolio deriva dalla maturazione termica di materia organica marina rimasta sepolta (quindi in assenza di ossigeno), che si decompone in un materiale ceroso, noto come pirobitume o cherogene, che in condizioni di elevata temperatura e pressione libera idrocarburi.) cioè da qualcosa di decomposto e che si trova nelle viscere della terra. Il POTERE DECISIONALE di facciata è in mano a politici, governi, banche e multinazionali, ma dietro a questi ci sono probabilmente pochissime persone di cui non sappiamo nulla, né il nome né conosciamo il loro volto. Da fogli svolazzanti (i giornali) e schermi audiovisivi (tv) veniamo informati e condizionati tramite parole e immagini su ciò che bisogna fare e pensare, spesso ponendo soluzioni drastiche ai problemi, spesso tutt'altro che reali, che ci raccontiamo e che ci mettono paura.

Questo è il sogno di una mente nevrotica, inconsapevole piena di virus mentali, pensieri e convinzioni limitanti
che trae energia, per muoversi all'azione, dalla PAURA e dal SENSO DI COLPA (è interessante notare come a livello psicosomatico pare che queste due emozioni risultino manifestarsi tramite un blocco della respirazione nella parte bassa dell'addome, e rimanere bloccate lì, nelle VISCERE, per poi pilotare la persona ad agire e vivere in base ad esse e ai pensieri che generano) in cui il rapporto fra ciò che conscio (cioè ciò di cui si è consapevoli e coscienti) è infinitesimale rispetto a ciò che è inconscio. E' interessante come il mondo sia un po' il nostro specchio, poiché noi agiamo rarissimamente in base a scelte consapevoli, ma per lo più "governati" dall'inconscio, da ciò che non conosciamo, da ciò di cui non siamo coscienti. Il potere sulla tua vita e le tue scelte è in mano a qualcosa che non conosci e che ti governa (come i potenti del mondo che stanno dietro al teatrino istituzionale) senza che tu te ne accorga, distratto come sei dai tuoi pensieri, convizioni, virus mentali... distratto come sei dalla mente... dal tuo karma... DALL'EGO. Sei così distratto da te stesso, che non riesci a conoscerti veramente per ciò che sei, non riesci a conoscere la tua ESSENZA e il TUO POTERE e a farti guidare e governare da essi. 

Questa è solo una teoria, e come tutte le teorie può essere molto attinente alla realtà o meno, può esserti utile o non esserti utile, può farti riflettere e avere delle intuizioni o meno. Come sempre prenderai da ciò che hai letto solo ciò che può essere funzionale per te e lasciarai che le parole che hai letto rinnovino il tuo modo di osservare ciò che vedi fuori e dentro di te, rinnovino il tuo modo di pensare e immaginare il futuro, rinnovino il tuo modo di agire nel presente affinché tu possa contribuire alla tua felicità e a quella degli altri. E' facile prendere le proprie paure e farle esplodere, i propri sensi di colpa e vederli dissolvere, e diventa sempre più facile ascoltare attentamente le proprie sensazioni e ricordarsi che quelle scure, opprimenti, soffocanti e che puoi descrivere con la parola disagio, derivano da convinzioni limitanti e virus mentali che stai imparando a ignorare, come se avessi installato un sistema di allarme che fa accendere una lampadina rossa e un suono forte e squillante dentro la tua mente e che ti comunica che sei manipolato dal tuo Karma e dal tuo EGO ogni volta che avverti DISAGIO... poiché stai interpretando ciò che ti circonda in maniera limitante, perdendo di vista la realtà... e coi tuoi pensieri contribuisci a costruire ciò che ti circonda, e quindi vuoi avere grandi immagini, chiare e a colori di te felice, in posti meravigliosi e che ti piacciono, in compagnia di chi ti fa stare bene e mentre fai qualcosa che ti dona entusiasmo, pace e serenità... altrimenti perdi di vista la realtà e cioè che siamo POLVERE DI STELLE, nient'altro che POLVERE DI STELLE, e per capirlo ti basta immaginare una grande esplosione di energia che porta a creare tanti frammenti luminosi, le stelle appunto, che creano altri frammenti luminosi, e cioè i pianeti come la Terra su cui vivi e da cui tu sei stato generato... e questa consapevolezza ti dona un grande potere e la sensazione di essere in grado di realizzare qualsiasi cosa, anche trasformare il mondo in qualcosa di meraviglioso, una persona alla volta, partendo da te stesso... questo messaggio si dissolverà come una polvere luminosa dentro la tua mente fra 10, 9, 8 , 7...