La Musica e gli Stargate



Quando ho visto questo "ragazzo" (Ian Ethan) suonare, quello che ho pensato è stato "Non è un chitarrista o un semplice musicista... è uno stregone... uno sciamano... deve aver studiato musica in giro per il Multiverso..." 

Non è solo una questione tecnica, compositiva, creativa, emozionale. La sua musica ipnotica produce trance, e molto intensa per chi si lascia andare all'ascolto, ma anche a chi si permetta di osservarlo con tutti i sensi, mentre fa sventolare mani e dita, senza capire esattamente come faccia a produrre contemporaneamente tutte quelle note, accordi, percussioni... a "spruzzarti" la musica addosso, quasi fosse totalmente tangibile... 

Nei miti, nelle leggende, nelle storie, in ogni cultura c'è chi parla di "aprire Stargate"... da un punto di vista percettivo e coscienziale, aprire uno Stargate significa indurre una trance atta a viaggiare con la Coscienza, cambiare la chimica del cervello, attivare le sue aree sopite... aumentare risorse e intelligenza... 

Che musica ascolti? 

Se vuoi capire un popolo, ascolta la sua musica" (Confucio)







Nessun commento:

Posta un commento