Essere d'Esempio


Esempio deriva da exemplum che a sua volta deriva da eximere, cioè trarre fuori. 

Una cosa che molti dimenticano è che noi sin da piccoli impariamo tutto osservando gli altri. Vediamo come camminano e li imitiamo finché non camminiamo. Ascoltiamo, sentiamo, vediamo come parlano e li imitiamo finché non parliamo. Osserviamo come si comportano e finiamo per comportarci come loro, addirittura senza rendercene conto. "Sembri proprio tua madre!" o "Fai l'espressione identica a tuo padre!". 

Per esempio mi rendo conto che spesso faccio fatica a fare le cose che spiego agli altri, o che spiego agli altri. 

Per esempio osservare chi corregge gli altri ci fa imparare a correggere gli altri. 

Per esempio eximere o trarre fuori, o tirare fuori il meglio di me, non mi viene sempre così spontaneo. 

Per esempio Essere d'Esempio, più che di consiglio, mi rendo conto che spesso è molto più faticoso di altre cose. Diciamo che il modo più semplice per far imparare qualcosa a qualcun altro, a volte, è una cosa che richiede presenza, attenzione, auto-osservazione ed energia. 


Sei Intelligente? Dipende...



L'etimologia della parola intelligenza si fa risalire all'avverbio latino intus = dentro ed al verbo latino legere = leggere, comprendere, raccogliere idee e informazioni riguardo a qualcuno o a qualcosa.

Il fatto è che dipende in che ambito sai raccogliere e comprendere informazioni. Sai scrivere? Ma far di conto e usare la logica? Come te la cavi con armonia e melodia? Che rapporto hai col rappresentarti lo spazio? E col corpo e i movimenti? Hai qualche idea sulla Vita? Che rapporto c'è fra te e la natura? Te la cavi bene con le emozioni? Hai una vaga idea di cosa sia l'empatia? Nelle relazioni? Con la comprensione di te stesso/a? 

Ma negli ultimi decenni si parla di Intelligenze Multiple. Il primo psicologo che ne ha discusso è stato Howard Gardner in "Frames of mind" pubblicato nel 1983 (roba nuova qui in Italia...). Il punto di partenza della sua teoria è la convinzione che sia errato ritenere che ci sia qualcosa chiamata “intelligenza” che possa essere obiettivamente misurata e ricondotta ad un singolo numero, ovvero ad un punteggio “IQ”.




Un post per "Caso"




Ci sono tanti modi di scrivere, uno è scrivere "a caso". Perché il "Caso" può portarti in direzioni inaspettate, cioè quelle direzioni che non ti aspetti. Cosa stai aspettando? C'è chi aspetta un brutto evento e chi aspetta una possibilità. Le possibilità sono cose possibili che ne fanno accadere altre ancora. 
E ancora sto a scrivere senza ricordarmi da dove sono partito nel raccontare qualcosa "a caso". Il "Caso" vuole che qualcuno sia giunto fin qui a "lèggere". "Leggère" è una parola che cambiando un solo accento cambia di sognificato, come certi eventi nella vita, ma anche "vita" ha più di un sognificato, poiché c'è quella nel corpo vicino al busto e quella che entra in un corpo e lo rende un veicolo per sperimentare. Insomma volevo farti sperimentare come partendo da una frase "a caso" si possa far viaggiare la mente e farle scoprire che anche quando in apparenza non c'è logica, una logica fantasiosa aiuti ad arrivare a queste parole magiche: immaginare... amore... grazie... allegria... lasciarsi andare... creare... "casual-mente"... 

Gioco Psico-Logico



A volte ad alcune persone potrebbe essere utile vedere le cose da altri punti di vista, da altre posizioni o da altre menti, con altri pensieri e modalità di pensiero. 

C'è un gioco psico-logico che consiste nel chiedersi che cosa ne penserebbero gli oggetti delle situazioni, delle persone, degli eventi che viviamo. 

Prima di tutto bisogna chiarirsi riguardo alla funzione, a quello che fa o non fa, al funzionamento dell'oggetto in questione. Uno specchio, per esempio, riflette, fa vedere il proprio aspetto da fuori, da vicino, o da lontano... può rendere più luminosa una stanza se gli arriva la luce addosso, oppure può mostrare imperfezioni, stonature, sbavature del trucco o disarmonie di forma e colore del vestito che indossiamo. Di sicuro è un oggetto, che se fosse vivo, dandomi la sua opinione mi darebbe particolari informazioni e visuali inaspettate alle mie domande.

Cosa risponderebbe il forno a riguardo di quella questione? Cosa ne penserebbe la lampada che c'è nella stanza? E il citofono? Piuttosto che il computer? 

Un persona intelligente, che mi vuole bene, cosa direbbe di me?